Rohesia, il negroamaro rosé dalla doppia anima

Era così che immaginavamo il nostro Rohesia Brut Metodo Classico, quando, nel 2012, decidemmo di puntare sul rosato da Negroamaro: il perfetto alter ego della sua versione "ferma", a rimarcarne l’origine comune – le stesse uve pregiate da cui nasce il Teresa Manara Negroamaro.

Continua

Rohesia: identità territoriale, senza compromessi

L’anno di produzione del Rohesia è stato un battesimo che ha regalato grandi soddisfazioni. Il nuovo rosato - prodotto dalle stesse uve che costituiscono il cuore del Teresa Manara Negroamaro - è solo alla sua seconda vendemmia, eppure si lascia già riconoscere. Complice il riscontro più che positivo dell'inizio, dovuto all'identità di un vino che non lascia margine a compromessi né si snatura per seguire gli orientamenti dettati dal mercato del momento.

Continua

Rohesia, il nuovo rosato di Negroamaro

Quando la schiena del sole scivola lungo le rocce frastagliate delle baie, lungo la cinta slacciata dei due mari che formano questa lontananza a sud del sud, la luce che resta sospesa tra nuvole e pietre ricamate ha gli stessi toni di un vino rosato.

Continua

La virtù del Rosato

Parlare, raccontare e soprattutto degustare un vino rosato, almeno per quanto mi riguarda, è sempre un piacere. Considerato il fratellastro del vino bianco e del rosso, e in parte anche trascurato da alcuni (falsi) addetti ai lavori che solo sino a pochi anni fa ritenevano il rosato un vino con poco appeal preferendogli, il più […]

Continua

Diario di un ceppo di vite – Si aprono le gemme

“Qui da noi l’aria si è riscaldata molto e le gradevoli temperature di questi ultimi giorni hanno accelerato il risveglio di quasi tutti i vigneti della zona e sostenuto l’accrescimento dei nuovi germogli. In questo momento siamo tutti molto impegnati nell’attività di “costruzione” del nuovo apparato fogliare, dei nuovi tralci e dei nuovi grappolini. Da […]

Continua