RohesiaBrut_IE

Rohesia, il negroamaro rosé dalla doppia anima

Era così che immaginavamo il nostro Rohesia Brut Metodo Classico, quando, nel 2012, decidemmo di puntare sul rosato da Negroamaro: il perfetto alter ego della sua versione “ferma”, a rimarcarne l’origine comune – le stesse uve pregiate da cui nasce il Teresa Manara Negroamaro.

Un vino a tinte rosa corallo, intenso e persistente al naso, sinuoso ed elegante al gusto, dotato parimenti di grande freschezza e sapidità.

Così nella scelta del dosaggio – volutamente contenuto (solo 3,5 grammi/litro), per non tradire l’espressione autentica del vitigno e del terroir – come dei tempi di affinamento sui lieviti (non inferiore ai 30 mesi) che ne esaltano le caratteristiche. Un vino onesto, insomma, capace di restituire al meglio il luogo da cui proviene e con lui il felice esito della vendemmia 2012.

Sapevamo che non si trattava di un’impresa facile. “Il Negroamaro è una bestia indomabile!” ha detto qualcuno più illustre di me; ma quando Cataldo, il nostro agronomo, si mette in testa un’idea e mio fratello Gianni raccoglie la sfida, a noi non resta altro che assecondarli, aspettando fiduciosi il frutto della loro intuizione e della loro grande passione. Anche quando, come in questo caso, si è coscienti di non arrivare primi e, anzi, il desiderio di consegnare al pubblico una e una sola interpretazione di un luogo e di un vitigno, la propria, supera qualunque apparente esitazione.

Il Rohesia Brut Metodo Classico sarà disponibile a partire dai primi giorni di dicembre nei migliori ristoranti e negozi specializzati.

CLASSIFICAZIONE: IGT Salento

UVE: 100% Negroamaro

ZONA DI PRODUZIONE: Guagnano (Le).

SISTEMA DI ALLEVAMENTO: Controspalliera allevata a cordone speronato.

EPOCA DI VENDEMMIA: Ultima decade di agosto.

VINIFICAZIONE: Per la preparazione del vino base, le uve raccolte a mano in piccole cassette vengono diraspate e lasciate in macerazione a freddo per alcune ore in modo da consentire alle bucce di rilasciare il giusto quantitativo di antociani, donando al mosto la caratteristica tonalità rosa corallo. Dopo svinatura e pressatura soffice, dalle quali si ottiene poco più del 50% di resa in mosto, la fermentazione viene condotta a 16 °C . Il vino, dopo un travaso per rimuovere le fecce grossolane, rimane in affinamento sur lies per circa 60 giorni.

TIRAGGIO: Viene effettuato nei primi mesi dell’anno successivo a quello di vendemmia.

AFFINAMENTO SUI LIEVITI: La rifermentazione in bottiglia e la successiva maturazione sui lieviti non durano meno di 30 mesi.

DOSAGGIO ALLA SBOCCATA: Apporto in zuccheri pari a 3,5 grammi/litro.

SERVIRE A: 6-8°C.

FotoBrutRohesia
Tag:, , , , ,

Lascia un commento